La festa più romantica dell’anno è alle porte, la tradizione occidentale vede i due innamorati uscire a cena e scambiarsi dei regali di diverso valore, accompagnati magari da dei fiori o da bigliettini romantici.

In Giappone la festa di San Valentino è molto popolare ma si è diffusa solo recentemente (nel 1958) e, come la maggior parte delle ricorrenze occidentali, fu introdotta per fini commerciali. Oggi è una festa molto apprezzata soprattutto dagli adolescenti, ma rispetto alla nostra tradizione ha assunto delle sfumature diverse.
L’unico regalo che ci si scambia in Giappone a San Valentino è il cioccolato! Non sono ammessi altri doni e neanche cene romantiche o fiori. Si stima che circa la metà delle vendite di cioccolata in Giappone in un anno avvenga nel periodo di San Valentino.

La cioccolata però viene regalata esclusivamente dalle ragazze e non la regalano soltanto alla persona amata, ma a persone diverse. Nel dettaglio, vi sono tre tipi diversi di cioccolata:

- Giri-choko, che letteralmente significa "cioccolata dell'obbligo". La si compra nei negozi di alimentari ed è confezionata in modo molto sobrio, non si spendono grandi cifre per acquistarla. Viene regalata dalle ragazze ai propri compagni di classe o ai colleghi di lavoro. Comunemente questa cioccolata viene regalata come convenzione sociale, ovvero "tutti lo fanno, quindi bisogna farlo", senza molto sentimento.

- Tomo-choko, la "cioccolata dell'amico". E’ un regalo più sincero, regalato agli amici a cui si vuole bene davvero, talvolta la si regala anche tra ragazze se il legame d’amicizia è forte.

- Honmei-choko, la "cioccolata del prediletto". Viene regalata alla persona che si ama, quindi al proprio fidanzato o al marito, o a qualcuno di cui si è innamorati e a cui ci si vuole far capire i propri sentimenti. Questa cioccolata viene preferibilmente preparata in casa con le proprie mani e confezionata con cura, oppure comprata nei negozi scegliendo però qualche marca pregiata e costosa e avvolta in confezioni particolari.

La tradizione giapponese però non finisce qui. Il 14 marzo, esattamente un mese dopo, tutti i ragazzi che hanno ricevuto della cioccolata dovrebbero ricambiare regalando a loro volta della cioccolata rigorosamente bianca, da qui, questa giornata prende il nome di White Valentino Day. Normalmente però i ragazzi contraccambiano solo il dono ricevuto dalla ragazza innamorata e spesso viene aggiunto un altro regalo come peluches o anche gioielli.

E’ importante che il ragazzo ricambi spendendo di più rispetto a quanto abbia speso la ragazza un mese prima. Se il dono dovesse essere di uguale valore, questo significherebbe che il ragazzo non ricambia i sentimenti della ragazza.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Se vuoi saperne di piĆ¹ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Continuando ad utilizzare il sito acconsenti all'uso dei cookie. Chiudi